• Connettiti con il business
  • ....soluzioni che resistono nel tempo

Giulio Sapelli

Giulio Sapelli

Giulio Sapelli è nato a Torino nel 1947, dove si è laureato in storia economica nel 1971 e ha conseguito la specializzazione in ergonomia nel 1972.

Ha studiato nel 1972 presso l'Institut fur Weltwirschaft di Kiel, ha insegnato e svolto attività di ricerca presso la London School of Economics and Political Sciences nel 1992-1993 e nel 1995-1996, nonché presso l'Università Autonoma di Barcellona nel 1988-1989 e l'Università di Buenos Aires negli anni 1993-1993, 1993-1994, 1995-1996 e 1996-1997.

Negli anni 1981-1982, 1982-1983, 1986-1987, 1991-1992 e 1994-1995 è stato Directeur d’Etudes presso l'Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales di Parigi.

Ha svolto attività di ricerca e di consulenza per le fondazioni Onassis, Schlumberger, Goulbenkian ed Eric Remarque Institute. E' stato fellow dell'Università Europea di Fiesole e della Fondazione Gulbenkian di Lisbona, nonchè visiting professor presso le Università di Praga, Berlino, Buenos Aires, Santiago del Cile, Rosario, Quito, Barcellona, Madrid, Lione, Vienna, South California, Wollongong/Sidney, New York.

È attualmente professore ordinario di storia economica presso l'Università degli Studi di Milano, dove insegna anche analisi culturale dei processi organizzativi.
Negli anni 2000-2001 è stato Direttore del corso post laurea in “economia, impresa e discipline umanistiche tra oriente e occidente” della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Milano. Per la stessa Facoltà è stato, dal 1989 al 2003, responsabile dei progetti Socrates-Erasmus.

Nel corso degli studi e immediatamente dopo la laurea ha lavorato presso gli uffici studi della Cassa di Risparmio di Torino e dell'Olivetti S.p.A..
Per Olivetti S.p.A. ha adempiuto in seguito a compiti di ricerca economica, di direzione e di formazione del Personale e del Management di ogni livello, prima in modo pressochè esclusivo, poi in forma consulenziale.
Dal 1975 al 1981 ha lavorato presso lo IAFE, il centro di formazione e di ricerca manageriale dell'ENI e poi, dal 1982 al 1987, più saltuariamente, presso l'ELEA, il centro di formazione e di ricerca manageriale dell'Olivetti. Ha svolto attività di consulenza direzionale, formativa e di ricerca presso l'Isvor-Fiat, la Galbani Italia, il gruppo SBN, il Credito Emiliano, Telecom, TIM, l'Agip Petroli, FS S.p.A., Finmeccanica, Barilla, adempiendo anche a ruoli di diretta responsabilità di orientamento e di intervento nei settori delle politiche del personale, delle relazioni interne, della comunicazione interna, della realizzazione dei programmi relativi alla redazione e all' implementazione dei "Codici Etici", degli studi e delle ricerche.

Nel 2005 ha fatto parte del comitato per la riforma del sistema di controllo interno dell’ENI per ottemperare ai dettati del Sarbanex-Oxley Act.

Ha fatto parte, dal 1978 al 1991, del comitato scientifico dell'ISVET (l'istituto di ricerca del gruppo ENI), dal 1984 al 1993 del comitato scientifico e di indirizzo della Federmeccanica, dal 1989 al 1996 del comitato tecnico scientifico dell'Istituto Luigi Luzzatti della direzione generale per l'impresa e il movimento cooperativo del Ministero del Lavoro, dal 1987 al 1997 ha fatto parte del comitato direttivo della Fondazione Adriano Olivetti e dal 1995 fa parte del comitato scientifico della Fondazione Ugo Spirito. Dal 2001 fa parte del comitato scientifico della Fondazione Giulio Pastore e nel 2005 è stato tra i fondatori ed è tra i componenti del comitato scientifico della Fondazione Enzo Tarantelli.

Dal 1994 è ricercatore emerito presso la Fondazione ENI Enrico Mattei.

Dal 1996 al 2002 è stato Consigliere di Amministrazione dell' ENI e componente dell'Audit Committee del gruppo. Dal 2000 al 2004 è stato Consigliere di Amministrazione di FS Holding e Presidente dell'Audit Committee del gruppo. Dal 2000 al 2001 è stato Presidente della Fondazione del Monte dei Paschi di Siena.
Dal 2002 al 2009 è stato componente del C.d.A. di Unicredit Banca d’Impresa e Presidente dell’Audit Committee e del comitato di controllo della Legge 231. Dal 2003 è Presidente di SR Investment Group (SGR).
Dal 2003 al 2005 è stato Presidente di Meta S.p.A..
Dal 2006 al 2011 è stato Consigliere di Amministrazione di Snaidero S.p.A..
Dal 2006 al 2007 è stato Presidente di ASAM S.p.A..
Dal 2008 è Consigliere di Amministrazione della Fondazione Museo Poldi Pezzoli.
Dal 2006 è Presidente di ARGIS Not for Profit.

Nel 1983 ha dato vita, con manager, imprenditori e studiosi, alla Fondazione ASSI per lo studio e la storia dell'impresa, di cui è stato Presidente sino al 1993, per esserne poi il Presidente Onorario.
È stato, dal 1980 al 2003, direttore scientifico della Fondazione Giangiacomo Feltrinelli.
Dal 1992 al 2010 è stato Presidente del Centro di Storia e Studi sull'Impresa e sull'Innovazione, poi Centro per la Cultura d’Impresa, presso la Camera di Commercio di Milano.
Dal 2010 è Presidente del suo Comitato Scientifico.
Dal 1992 al 1994 ha presieduto la commissione di studio su "Patologia del mercato e corruzione " istituita dal Centro di Storia sull'Impresa e dell'Innovazione e dalla Camera di Commercio di Milano.
Dal 1993 al 1995 è stato il rappresentante italiano di Trasparency International, l' organizzazione che lotta contro la corruzione economica a livello internazionale. Dal 1995 fa parte del Comitato contro l' usura e la criminalità economica della Camera di Commercio di Milano.

Dal 2002 al 2010 è stato membro del World Oil Council.
Dal 2003 al 2009 ha fatto parte dell’International Board dell’OCSE per il no profit.

Nel 1982 ha vinto il Premio Scanno per il miglior lavoro sulle relazioni industriali. Nel 1997 ha vinto il Premio Salvatore Valitutti per la miglior opera sul Mezzogiorno d'Italia e il Premio Internazionale Città di Palmi per il più importante libro di un autore italiano pubblicato all'estero.
Nel 1998 ha vinto il Premio Iglesias per il miglior libro sul no-profit.
Nel 1999 ha vinto il Premio Capalbio Economia.

Dal 2012 fa parte del Russian Valdai Club.

Contatti

  • E-Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Altri link utili di Giulio Sapelli

Bibliografia.pdf

Video